Al momento stai visualizzando Terziario: Bini, da 2018 a oggi investimenti Regione in forte crescita
Un momento della conferenza stampa ospitata dalla sede di Trieste della Confcommercio

Terziario: Bini, da 2018 a oggi investimenti Regione in forte crescita

  • Tempo di lettura:3 minuti di lettura
  • Autore dell'articolo:
  • Categoria dell'articolo:Economia e Lavoro
  • Commenti dell'articolo:0 commenti

“Nonostante la crescita dell’inflazione, le
bollette energetiche sempre più care, l’aumento del costo del
denaro e il conflitto in Ucraina, il Friuli Venezia Giulia sta
dando dimostrazione di grande capacità di resilienza e di tenuta.
In questa fase di forte turbolenza è un segnale non scontato e
molto importante per tutte le categorie economiche e le famiglie
della nostra Regione”.

Lo ha affermato oggi a Trieste l’assessore alle Attività
produttive Sergio Emidio Bini durante la presentazione dei dati
dell’Osservatorio sull’andamento delle imprese del terziario del
Friuli Venezia Giulia curato da Format Research per Confcommercio
Fvg.

Pubblicità

“In questi anni la Regione è stata particolarmente vicina al
tessuto produttivo e al terziario del Friuli Venezia Giulia, non
solo con l’introduzione di leggi, regolamenti e meccanismi di
semplificazione burocratica, ma proprio con lo stanziamento di
risorse economiche rilevanti. Basti pensare che dal 2018 al 2022
– ha spiegato Bini – gli investimenti fatti da questa
Amministrazione per un settore cardine del terziario come il
turismo hanno segnato un +44%, passando dai 59 milioni di euro
iniziali ai 102 milioni di quest’anno”.

“La nostra azione però non è certamente finita – ha aggiunto
l’assessore -. Stiamo lavorando per far partire i distretti del
commercio. Il regolamento è pronto e nella legge di stabilità
inseriremo 6 milioni di euro per le prime misure”.

Pubblicità

“Sui negozi di vicinato – ha precisato – siamo già intervenuti
con contributi a fondo perduto finalizzati sia a nuovi
insediamenti che a progetti di restyling, mentre a gennaio, in
un’ottica di semplificazione e di sburocratizzazione del settore,
andremo ad aggiornare la legge del commercio dando adeguate
risposte alle richieste pressanti avanzate dalle associazioni di
categoria, dagli enti locali e dagli addetti ai lavori”.

“Inoltre, sempre nella prossima legge di stabilità – ha
annunciato Bini -, sarà inserito un provvedimento molto
importante per sostenere le imprese colpite dall’aumento dei
costi energetici, attraverso incentivi per l’installazione di
impianti fotovoltaici”.

Secondo l’Osservatorio in Friuli Venezia Giulia un’azienda su tre
del terziario chiede credito per investimenti. Tengono poi
fiducia, ricavi e occupazione. “Il mondo delle nostre imprese è
robusto – ha sottolineato Bini in conclusione -. Da questi dati
emerge un grande senso di responsabilità da parte di tanti
commercianti della nostra regione che, pur di non riversare gli
aumenti energetici sul prezzo di vendita e quindi sui clienti,
hanno deciso di ridurre i propri margini di guadagno”.

Lascia un commento