Al momento stai visualizzando Genova: Consiglio Comunale

Genova: Consiglio Comunale

Alle ore 14 il Consiglio comunale si apre con le interrogazioni a risposta immediata dei consiglieri alla giunta:

L’ennesima variante urbanistica, contenuta nella proposta n.70/2020, autorizzava la realizzazione dell’ennesimo supermercato, questa volta in via Carrara a Quarto. Alberto Pandolfo (PD) chiede come l’Amministrazione intenda agire sulsettore del commercio delle medie e grandi strutture di vendita, stante la richiesta delle associazioni di categoria che, non solo chiedevano la sospensione delle autorizzazioni fino a dicembre 2020, ma anche una regolazione dei procedimenti in itinere per il 2021. Anche da Stefano Giordano (M5S) la richiesta di chiarimenti circa le visioni che il Sindaco ha sulla protezione e sviluppo della rete dei piccoli commercianti e sulla continua espansione della media e grande distribuzione, alla luce delle ultime notizie circa gli esiti dei ricorsi al Tar su Esselunga e Coop e sulle nuove aperture di supermercati in città

Risponde l’assessore Paola Bordilli: “Iniziamo a fare chiarezza soprattutto nell’ottica di uno spirito di collaborazione e di difesa del nostro tessuto commerciale: operiamo in regime di libero mercato. Faccio una piccola cronistoria: nel 2015 il Comune di Genova ha approvato un nuovo Puc con metrature aumentate per il commercio. Le attuali varianti al Puc riguardano lo spostamento di attività commerciali non nuove aperture. Per quanto attiene alle vostre richieste di bloccare i procedimenti amministravi, sottolineo che non tocca al Comune di Genova stoppare le autorizzazioni amministrative e anche in riferimento al ‘proliferare di medie strutture’ il picco è stato raggiunto nel 2016, quindi con il precedente ciclo amministrativo. Questa Amministrazione ha a cuore il piccolo e medio commercio e chiedo a tutte le forze politiche di attivarsi perché dal governo arrivino in fretta ristori e tutele: noi vogliamo ancora contare sul piccolo commercio.

In questi tre anni l’attuale amministrazione ha messo in campo azioni a sostegno del piccolo commercio: è stata modificata la normativa per evitare che sorgessero nuovi supermercati con la monetizzazione dei parcheggi oltre a tutti i bandi e i fondi comunali che abbiamo messo a loro disposizione, come i 6 milioni di euro per la Tari e che il governo non ci ha ancora dato ristoro.

E siamo intervenuti con due Intese, una a Sampierdarena, proprio per dare tutela alle piccole realtà. Abbiamo attivato dei tavoli per elaborare il piano commerciale, del quale Genova è sprovvista: non c’è mai stato e ora lo stiamo predisponendo. Stiamo iniziando le interlocuzioni con i rappresentanti di categoria, in modo da preparare un piano commerciale, unico strumento nelle mani dei Comuni, che permette di poter intervenire sulla programmazione delle medie strutture di vendita. Concludo ribadendo che il nostro impegno è massimo soprattutto per garantire l’equilibrio e il pieno sostegno del piccolo commercio”.

L’area tecnica del Municipio Medio-Levante ha più volte segnalato alla direzione Patrimonio le criticità del muro di recinzione dell’area di proprietà comunale in via Camilla ma Francesco De Benedictis (Fratelli d’Italia) riporta che, a oggi, non c’è ancora stata la presa in carico del problema: a quando la soluzione?

Pubblicità

clicca qui

Risponde l’assessore Pietro Piciocchi: “È stato effettuato un sopralluogo ed è risultato che il muro in oggetto non ha problemi statici ma presenta un progressivo deterioramento su cui bisogna intervenire. È un muro comunale ma è annesso al contratto di locazione e l’Avvocatura ritiene che anche il privato debba contribuire alla spesa di ripristino. Mi riservo nei prossimi giorni di approfondire il problema e incontrare il privato per determinare come suddividere l’onere della spesa ma sottolineo che vi è solo un deterioramento nella parte superiore”.

Gli spazi dove erano ospitati gli uffici della ex circoscrizione S.Teodoro in via Lugo sono da tempo inutilizzati. Davide Rossi (Lega Salvini Premier) suggerisce che potrebbero essere valorizzati mettendoli a disposizione dei cittadini residenti come punto di incontro per il comitato delle case popolari, creando un vero polo aggregativo per i bambini che devono fare i compiti nel doposcuola o per le famiglie e gli anziani. Inoltre, potrebbero essere anche usati come punto tamponi o come accaduto per il Cep, diventare uno studio medico, al momento assente nel quartiere.

Risponde l’assessore Massimo Nicolò: “L’oggetto dell’interrogazione sta a cuore a questa Giunta e ci stiamo attivando proprio in questa direzione con il Municipio che ci ha detto che in quegli spazi vi è in atto un patto di collaborazione tra il Municipio e alcune associazioni. Quindi è uno spazio che è già vissuto, ma è chiaro che occorre rendere il civico 6 di via Lugo più vivibile. Concordo con lei che, in questo momento di pandemia, questi locali potrebbero essere adibiti anche a un centro tamponi o vaccinale, nel momento in cui i cittadini dovranno essere immunizzati. Concludo dicendo che proseguiremo il lavoro per migliorare la vivibilità di questo luogo”.

Gianni Crivello (Lista Crivello) chiede un aggiornamento sulla situazione dell’illuminazione pubblica in città; continuano i disagi dopo l’affidamento dell’efficentamento a City Green Lights.

Pubblicità

Produzione video

Risponde l’assessore Matteo Campora: “Nel 2020siamo riusciti ad affidare il servizio di efficentamento dell’illuminazione pubblica a Genova attraverso Consip e la ditta scelta è stata City Green Lights. Il cambio dei corpi illuminanti e la riqualificazione della rete porterà a un risparmio sulla bolletta energetica del nostro Comune. Dopo una partenza un po’ difficile ora sono 27 le squadre attive. Sono già stati riqualificati circa10 mila punti luce e dotati di telecontrollo 479 quadri elettrici.

Inoltre negli ultimi tempi c’è stata una accelerazione per quanto riguarda le risposte alle segnalazioni dei cittadini e quindi City Green Lights, monitorata direttamente dal Comune, sta recuperando le segnalazioni. Chiediamo ai Municipi che ci comunichino i disservizi in modo da procedere speditamente. Mi rendo disponibile a una commissione consiliare su questo tema”.

Pubblicità

Circa il progetto “Potere alla Parola” per il contrasto al disagio giovanile del Municipio Medio Levante per piazza Remondini che prevede di realizzare un piano di lavoro con un educatore di strada, Carmelo Cassibba (Vince Genova) chiede in che modo l’assessorato competente può essere di supporto alla sua realizzazione e se è già prevista una data per la partenza di questo progetto.

Risponde l’assessore Giorgio Viale: “In questo progetto c’è un coinvolgimento globale tra i servizi sociali del Comune, il Municipio e la Cooperativa Agorà che fornisce gli educatori di strada. Grazie a questo progetto nella zona si sta creando una rete, in quanto anche la parrocchia ha aderito a questa iniziativa. Il progetto doveva concludersi a maggio 2021 ma vorremmo continuare in questa azione che va a intervenire sul disagio giovanile che potrebbe sfociare in piccoli atti di teppismo, creando problemi: in questo modo andiamo a educare, non a reprimere. Sono, quindi, assolutamente favorevole a continuare questa esperienza, proprio per il suo ruolo preventivo ed educativo”.

Maria Josè Bruccoleri (Italia Viva) chiede un aggiornamento in merito ai provvedimenti che l’assessore Pietro Piciocchi, d’intesa con il presidente del Municipio, avrebbe dovuto intraprendere circa la situazione di degrado della pavimentazione di via Sestri, segnalata dalla proponente alcuni mesi orsono. La consigliera Bruccoleri ricorda che anche recentemente una signora anziana, a causa delle mattonelle sconnesse, è caduta procurandosi delle ferite tali da dover essere trasportata al pronto soccorso con l’ambulanza.

Risponde l’assessore Pietro Piciocchi: “Le confermo che in seguito alla sua segnalazione di due/tre mesi fa sono stati fatti degli interventi puntuali da AsTer su via Sestri. Sono intervenuti su alcuni punti critici della pavimentazione ma non è stato sufficiente. Recentemente ho parlato con il presidente del Municipio Bianchi e abbiamo deciso di fare delle rilevazioni con speciali macchine per capire come mai viene meno la connessione delle piastrelle del pavimento di via Sestri in quanto è stato completamente rifatto in tempi recenti (2000/2003) e non dovrebbe presentare questi problemi. In seguito a queste rilevazioni, in caso si evidenziassero particolari criticità, sarebbe necessario allocare una somma importante in un apposito titolo nel piano triennale dei lavori per prevedere il rifacimento, tutto o in parte, della pavimentazione. Le voglio confermare l’attenzione a questo problema e il puntuale intervento su alcune situazioni più critiche. Mi impegno a fornire in tempi brevi la diagnosi della situazione e quali azioni mettere in campo per la soluzione definitiva del problema”.

Fabio Ariotti (Lega Salvini Premier) fa presente che la cartellonistica indicante l’altezza massima degli automezzi a cui è consentito il transito sotto voltino all’uscita dell’autostrada di Genova Pegli è insufficiente e, per questo motivo, si creano spesso disagi alla circolazione. Come intende porre rimedio la civica amministrazione?

Risponde l’assessore Matteo Campora: “La posizione del cartello dopo la curva non è sufficiente. Esiste anche un problema di viabilità e credo che la cosa più semplice sarà fare un sopralluogo e decidere dove posizionare i cartelloni. La situazione si può e si deve risolvere nel più breve tempo possibile”.

Dopo il question time, si passa alla trattazione delle pratiche iscritte all’ordine del giorno del Consiglio comunale.

Con 33 consiglieri presenti all’appello nominale, la seduta è valida.

Prima di passare in rassegna i punti previsti, vengono presentati e votati tre ordini del giorno fuori sacco.

Il primo ordine del giorno fuori sacco, a proposito del Waterfront di Levante e della cessione del Palazzetto dello Sport, impegna il sindaco e la giunta

– A porre in essere tutte quelle attività, di concerto con Regione Liguria, tese a far sì che la nostra Regione e Genova diventino la capitale della nautica, con un salone espositivo permanente, adibito a punto di attrazione per l’intero settore e a volano per tutte le attività commerciali competenti;

– Ad istituire, unitamente a Regione Liguria, a Camera di Commercio di Genova e alle Associazioni di categoria competenti, un tavolo di lavoro con lo scopo di occuparsi e facilitare l’individuazione e l’insediamento di attività produttive, manutentive e commerciali del settore della nautica e operanti nel settore del tempo libero;

– A far sì che gli oneri commerciali, pari a settecentocinquantamila euro, vengano saldati dall’azienda acquirente quanto prima, al fine di non aggravare ulteriormente la situazione di un importante settore, colpito duramente dall’emergenza Covid-19.

Il consiglio comunale approva con 20 voti favorevoli (Lega Salvini Premier, Cambiamo, Vince Genova, Fratelli d’Italia, Forza Italia) e 12 presenti non votanti (Pd, Movimento 5 Stelle, Lista Crivello, Italia Viva, Paolo Putti di Chiamami Genova)

Il secondo ordine del giorno fuori sacco, a proposito dei precari del Ponte Morandi, impegna il sindaco e la giunta a farsi portavoce presso il Governo affinché nel prossimo decreto “Milleproroghe” possa essere inserito un emendamento atto a consentire a questa Amministrazione la loro stabilizzazione o quantomeno la possibilità di prorogarli fino al prossimo mese di agosto.

Approvato all’unanimità

Il terzo ordine del giorno fuori sacco, a proposito dei crediti d’imposta per il 2020 previsti con il decreto Morandi, visto che alcune attività sono state chiuse per il lockdown, impegna il sindaco e la giunta a farsi promotore con il Governo chiedendo la proroga dei crediti d’imposta anche per l’anno 2021.

Approvato all’unanimità

Dopo gli ordini del giorno fuori sacco, si passa alla trattazione dei punti previsti.

DELIBERA DI CONSIGLIO 0467 18/12/2020

MODIFICA DELLA COMPOSIZIONE DELLE COMMISSIONI CONSILIARI PERMANENTI LIMITATAMENTE AL GRUPPO CONSILIARE LEGA SALVINI PREMIER

Approvata all’unanimità

DELIBERA PROPOSTA GIUNTA AL CONSIGLIO 327

PROPOSTA N. 69 DEL 17/12/2020

ADEGUAMENTO DELLA CLASSIFICAZIONE ACUSTICA RELATIVA ALLA REALIZZAZIONE DI NUOVO EDIFICIO LOGISTICO IN AREA PRIVATA ACCESSIBILE DA VIA BORZOLI

Approvata all’unanimità

DELIBERA PROPOSTA GIUNTA AL CONSIGLIO 0474

PROPOSTA N. 72 DEL 24/12/2020

PERMUTA TRA COMUNE DI GENOVA E PROGETTI E COSTRUZIONI S.P.A. PER L’ACQUISIZIONE DI IMMOBILI DESTINATI A SPOGLIATOI POLIZIA LOCALE E UFFICI

COMUNALI CONTRO LA CESSIONE DI DIRITTI REALI E IMMOBILI DI CIVICA PROPRIETÀ NON PIU’ UTILIZZABILI A FINI ISTITUZIONALI

Approvata con 30 voti favorevoli (Lega Salvini Premier, Cambiamo, Pd, Vince Genova, Fratelli d’Italia, Italia Viva, Forza Italia) e 6 astenuti (Movimento 5 Stelle, Lista Crivello, Paolo Putti di Chiamami Genova)

MOZIONE 0086 18/06/2020

Consulenza psicologica per appartenenti Polizia, Carabinieri, Vigili del Fuoco

Atto presentato da: Corso Francesca, Amorfini Maurizio, Ariotti Fabio, Bertorello Federico, Ferrero Simone, Fontana Lorella, Remuzzi Luca, Rossetti Maria Rosa, Rossi Davide

Approvata all’unanimità

MOZIONE 0139 23/11/2020

Intitolazione Piazzetta Pedegoli a Gaia Morassutti

Atto presentato da: Ceraudo Fabio, Giordano Stefano, Immordino Giuseppe, Pirondini Luca, Tini Maria

La mozione è stata ritirata

MOZIONE 0141 24/11/2020

Targa commemorativa per Gaia Morassutti nella Piazzetta Pedegoli

Atto presentato da: Pandolfo Alberto, Grillo Guido, Lodi Cristina, Bernini Stefano, Terrile Alessandro Luigi, Villa Claudio

La mozione, emendata, è approvata all’unanimità

MOZIONE 0145 30/11/2020

Installazione rastrelliere portabici in luoghi di interesse turistico e nei pressi di Istituti scolastici e sedi universitarie.

Atto presentato da: Vacalebre Valeriano, Campanella Alberto, Costa Stefano, De Benedictis Francesco, Gambino Antonino

Approvata all’unanimità

INTERPELLANZA 0138 28/12/2020

Demolizione e ricostruzione del ponte 49.5 in località Cascine (zona in classe di rischio R4)

Atto presentato da: Rossetti Maria Rosa

Ha risposto il vicesindaco Pietro Piciocchi

INTERPELLANZA 0133 02/12/2020

Alberature e riassetto lastricati di Piazza Corvetto

Atto presentato da: Cassibba Carmelo

Ha risposto il vicesindaco Pietro Piciocchi

INTERPELLANZA 0001 05/01/2021

Apertura nuove isole ecologiche

Atto presentato da: Pignone Enrico

Ha risposto l’assessore Matteo Campora

INTERPELLANZA 0002 08/01/2021

Ascensore Via Cantore – Ospedale Villa Scassi

Atto presentato da: Pirondini Luca

È stata rinviata

Il consiglio comunale si chiude alle ore 17.20.

I lavori del consiglio comunale sono stati trasmessi in diretta Facebook sulla pagina Comune di Genova – Genoa Municipality.

Lascia un commento